Wednesday, June 8, 2016

Musica e Colori: I loro effetti sul nostro benessere e sulla nostra salute

Dott.ssa Maria Teresa De Donato

Naturopata, Life Strategist, Autore


Musica e Colori: I loro effetti sul nostro benessere e sulla nostra salute

       Intervista con Francesca Durham
Musicista Clinico dell’Arpa e Facilitatore



Per millenni sia la musica che i colori hanno dimostrato di avere grande influenza sulla nostra psiche e sulla nostra mente e, di conseguenza, sul nostro benessere e sulla nostra salute.  Il loro impatto è stato piuttosto notevole in molti casi e circostanze legati a problemi emotivi, mentali e persino fisici tanto che durante questi ultimi decenni persino la comunità scientifica occidentale li ha riconosciuti come forme di quella che è stata definita “Terapia dell’Arte”.  Quest’ultima, infatti, può essere vista come metodologia a se state da usare nella nostra vita quotidiana ogni volta che ne sentiamo il bisogno o come strumento terapeutico da integrare a trattamenti psicologici ed emotivi più convenzionali.

A tal proposito, è mio grande piacere oggi intervistare Francesca Durham dall’Ontario, Canada.  Francesca è un Musicista Clinico dell’Arpa ed un Facilitatore dei programmi Rainbow of Sound  e  Color My World.


Salve, Francesca, e grazie per aver trovato il tempo per l’intervista di oggi.

Salve, Teresa, e grazie per avermi invitata a questa intervista.


Prego. Grazie anche a te per essere con noi.  Francesca, perchè non inizi con il presentarti ai nostri lettori?

La mia famiglia ha viaggiato per l’Europa prima di decidere di mettere radici in Canada.  Infatti, io sono nata a Changi, Singapore.  Mio fratello è nato a Londra, in Inghilterra.  Dopo l’università ho iniziato la mia carriera nei settori Vendita al dettaglio e Consulenza d’Immagine.  Tuttavia, dopo pochi anni di lavoro nella Rivendita ho deciso di passare alle Risorse Umane dove sono rimasta per più di 10 anni.  Consulenza, training e job-placement sono stati al centro del mio lavoro.  Come generalista, le mie mansioni erano multi-tasking lavorando tra clienti e candidati. Anni dopo, con un passaggio all’amministrazione e allo sviluppo aziendale è iniziata la mia attività di coaching e mentoring.  È qui che la mia carriera ha iniziato ad evolversi: costruendo la mia pratica olistica lavorando con donne che transitano da una carriera all’altra e facilitando workshops sullo sviluppo personale usando colore e suono.


Puoi spiegarci meglio come sei passata da una carriera aziendale al coaching/mentoring? 

Certo.  È iniziato come attività di volontariato dopo aver preso una pausa dal mio lavoro in azienda.  L’attività di volontariato con donne in case di cura mi ha dato l’opportunità di introdurre la musica con l’arpa, nella fattispecie musica con l’arpa da suonare a scopo terapeutico accanto al letto del paziente.  Usando una piccola arpa portatile come praticante posso interagire con i pazienti quando posso o suonare per il paziente ciò che sembra naturale in quel momento… Può trattarsi di musica familiare o non familiare.  Mentoring è un’estensione del programma che ho seguito chiamato Arpa per la Guarigione.  Mi è stato chiesto se mi sarebbe piaciuto diventare un mentor dopo aver terminato il programma e sono stata felice di farlo.  Al momento ho 10 studenti.  La più anziana ha 73 anni e si è diplomata di recente e altri due stanno per finire il programma.


L’arpa è uno strumento antichissimo che ritroviamo in molte culture del passato, come quella Greca e quella Romana, tanto per citarne alcune, ed io personalmente ne sono sempre stata affascinata sia per la sua forma piuttosto unica sia per quelli che definisco suoni mistici che è in grado di produrre.
Cosa ti ha spinto a scegliere questo particolare strumento musicale per il tuo uso personale e per l’attività di coaching, e perché?

Da un punto di vista storico, l’arpa è da sempre simbolo di sollievo e conforto.  Come praticanti usiamo l’applicazione artistica dell’elemento intrinseco della musica e del suono dal vivo per promuovere un ambiente che favorisca il processo di guarigione.  La musica prodotta dall’arpa ha, perciò, proprietà diverse ed uniche:

Risonanza di stringhe
Varietà di intonazioni
Rapporto tra suono e destinatario

La nostra reale intenzione è quella di sostenere il destinatario nel suo percorso verso la guarigione, che può essere emotiva, fisica, mentale o spirituale.  Beneficio della musica dell’arpa suonata dal vivo è il suono delle stringhe dell’arpa che migliorano la qualità della vita.


Hai avuto bisogno di certificazioni per diventare un suonatore dell’arpa e facilitatore? E se sì, come le hai ottenute?

Quando ho deciso di intraprendere la terapia dell’arpa è stato importante ottenere le certificazioni.  I programmi che ho studiato sono accreditati dal National Standards Board for Therapeutic Musicians così che soddisfano i requisiti minimi stabiliti dal consiglio direttivo che includono un vasto curriculum che dimostri competenza musicale ed un training a livello di stage in una casa di cura o ospedale suonando accanto al letto del paziente.

Ci sono due diversi programmi che ho completato.  Ho iniziato con il programma International Harp Therapy nel 2011 cui ho aggiunto verso la fine un secondo programma, Harp For Healing.  Entrambi i miei stages sono stati delle esperienze straordinarie ed ora suono musica terapeutica con l’arpa in case di riposo a lunga degenza, ospizi e case di cura palliative.  Creo molti workshops su richiesta e sempre con il desiderio di tornare alle Girl Guides per ospitare workshops per ragazze giovani per aiutarle ad aumentare il loro livello di confidenza e di stima in se stesse.


Perchè non ci parli ancora dei tuoi workshops di Recreationl Harp Therapy che faciliti, di come la gente reagisce, e di come e fino a che punto può beneficiarne?

Il nostro obiettivo è cambiare le loro vite, un’arpa alla volta, unendo la comunità per godere del creare musica.  I nostri workshops mirano a rafforzare salute e benessere a tutti i livelli del nostro essere.  L’ascoltare musica prodotta dall’arpa dal vivo, terapeutica e rilassante, può fornire un’esperienza bella di unione e guarigione… Ogni persona fa la propria parte, a prescindere da quanto sia facile o semplice, per contribuire all’esperienza completa.
dell’esperienza

La terapia dell’arpa a scopo ricreativo si esprime attraverso sessioni individuali con un cliente o può includere un gruppo così che l’individuo si senta parte del tutto.  L’atmosfera che si crea è efficace nella diminuzione del livello di stress, migliorando di conseguenza la qualità della vita attraverso l’esperienza ed alcuni partecipanti vogliono suonare e cantare mentre altri vogliono solo ascoltare.  La musica terapeutica dell’arpa promuove uno stato mentale positivo, aiuta a gestire il dolore, allevia la depressione, calma i partecipanti e favorisce il rilassamento dei muscoli.

Come sai, Teresa, i nostri segni vitali sono espressi in termini ritmici come le onde celebrali, il battito del cuore e quello del polso… ecco perché la musica come terapia funziona così bene: si SINTONIZZA con i nostri BATTITI!!!  Insieme creiamo un’atmosfera di comunità ed unione.  Inoltre, e voglio che questo sia chiaro, io NON sono una terapista della musica e perciò il mio lavoro non mira alla riabilitazione di nessuno.  Suonando in maniera terapeutica la mia funzione è quella di SERVIRE e, per dirla in termini ricreativi, far sì che la persona “dimentichi di pensare e si riconnetta al suo cuore.”  Quando un workshop con l’arpa è facilitato un’esperienza musicale è creata.  E questa è la chiave:… nell’atmosfera ricreativa in cui ci riuniamo per creare insieme musica ed è tutto centrato sull’esperienza.  Per i partecipanti affetti da dolori di qualsiasi tipo, l’obiettivo è quello di aiutarli a dimenticare, anche se solo per breve tempo, il loro dolore e la loro sofferenza ed a unirsi… a partecipare a qualcosa di diverso.


In quali altri posti suoni musica terapeutica con l’arpa? Quali tipi di servizi offri? E Chi può veramente beneficiarne?

Halton Harps è un fornitore regionale certificato di servizi di supporto terapeutico complementare perstrutture sanitarie specializzate e che sono alla ricerca di metodi innovativi, competitivi e non-invasivi per migliorare e sostenere la qualità della vita.

Tutti i nostri workshops sono organizzati in ambienti sicuri e positivi che tengono conto dei bisogni del gruppo e dei singoli individui.  Disegniamo e sviluppiamo workshops portando il nostro particolare arcobaleno di arpe nella comunità.  Come facilitatori dei porgrammi Rainbow of Sound® e Color My World© abbiamo workshops adatti a soddisfare i bisogni di bambini, giovani ed adulti.

Benché NON sia una cura per nessuna malattia, la terapia dell’arpa può essere di beneficio in quanto a

  • Favorire il controllo del dolore nei malati terminali
  • Alleviare l’ansia nei malati terminali
  • Accelerare la guarigione fisica nei pazienti feriti o che sono stati operati
  • Essere di supporto negli ultimi istanti di vita
  • Alleviare i livelli di stress e di pressione sanguigna nei malati cronici
  • Alleviare la tensione fisica e mentale prima che il paziente si sottoponga ad un’operazione chirurgica


So che hai scritto un libro piuttosto interessante intitolato  Colorful Self-Improvement ~ 7 Keys to a HAPPIER, Healthier, Wealthier YOU.  Il tuo libro è uno strumento usato per lo sviluppo personale lavorando con donne in fasi di cambiamento o che hanno affrontato perdita del Sé, cambiamenti di carriera o perdita di una persona cara.  Di recente hai deciso di integrare la Musica con l’Arpa con il MARI per facilitare workshops di Autentica Connessione al Cuore.
Cos’altro puoi dirci circa il matrimonio tra questi due strumenti terapeutici e come intendi usarli?

Mentre continuo a costruire la mia pratica olistica terapeutica, la mia intenzione è quella di lavorare 

con le arpe e con MARI.  Entrambi mi hanno aiutato molto nel superare momenti di gravi difficoltà
nella mia vita.  Posso, quindi, parlare per esperienza diretta dei benefici di entrambi.  Condividerò con voi il mio recente Healing Flower Mandala.

MARI sta per Mandala Assessment Research Instrument.  MARI è più che terapia dell’arte.  È un’esperienza simile alla composizione musicale.  MARI ti permette di visualizzare il tuo proprio senso di conoscenza, perspicacia e consapevolezza di dove TU sei nel tuo viaggio, nel percorso della tua vita.  L’aggiunta di musica all’esperienza del workshop con MARI ti riporta al centro di te stesso, all’essenza del TU.

Dunque cari lettori: Sintonizzatevi!


Che tipo di relazione vedi tra colore e musica?

Energia.  Energia significa movimento.  Liberare energie negative intrappolate all’interno della mente è possibile attraverso la musica e la creazione di arte espressiva.  Come?  Spendere energia nel creare musica ed arte espressiva può riportarci nel passato o farci visualizzare il futuro.  Detto ciò, è l’atto di essere presenti nel momento ed impegnati in tali attività che crea lo spazio necessario per la mente per staccare la spina, rilassarsi ed espandersi.  Possiamo guarire memorie ed emozioni bloccate cambiando le nostre energie, permettendo al potenziale [che è in noi] di trasformare le nostre vite.  Questa è la magia dell’organizzare particolari workshops che offrano una combinazione di Musica con l’Arpa e MARI.


Veramente interessante.  Vorrei poter essere lì e prendere parte a queste affascinanti attività… 

Anch’io vorrei che tu fossi qui, Teresa.  Ma chi può dirlo… Forse un giorno ci sarai…


Lo spero anch’io, Francesca.  Prima di terminare la nostra intervista: Nel caso i nostri lettori volessero contattarti per acquistare il tuo libro o – specialmente se vivono nella tua zona – per partecipare ad uno dei tuoi corsi, workshops o ritiri…. In che modo possono farlo?

Chiunque volesse contattarmi è il benvenuto e può farlo attraverso i miei siti o i social media.
Mi farà molto piacere avere notizie da nostril lettori.  Grazie, Teresa.

 

Grazie Francesca, per essere stata con noi.
 

Importante! Il materiale presentato in questo articolo ha solo scopo informativo e non è da intendersi come parere medico. Se avete un problema di salute che vi preoccupa, consultate prima il vostro medico. Per sapere di più su come la Dott.ssa De Donato, Naturopata ed Omeopata possa aiutarvi, potete contattala scrivendo a info@dedoholistic.com   -  Grazie. 


Music and Colors: Their Effects on our Wellbeing and Health



Maria Teresa De Donato, Ph.D., 
Naturopath, Life Strategist, Author


Music and Colors: Their Effects on our Wellbeing and Health

-- Interview with Francesca Durham
 Clinical Harp Musician and Facilitator 




For millennia both music and colors have proved to highly affect our psyche and mind and, as consequence, our wellbeing and health.  Their impact has been quite remarkable in so many cases and circumstances related to emotional, mental and even physical conditions that during those last few decades even our western scientific community has recognized them as forms of what has been defined “Art Therapy”. The latter, in fact, can be seen as a standalone methodology to be used in our everyday life whenever we feel the need for or as a therapeutic tool that can integrate more
conventional psychological and emotional treatments. 

In this regard, it is my greatest pleasure today to interview Francesca Durham from Ontario, Canada. Francesca is a Clinical Harp Musician and Facilitator of both the Rainbow of Sound and of the Color My World Programs.


Hello, Francesca, and thank you so much for taking the time for our interview today.

Hello, Teresa, and thank you for inviting me to this interview.


You are very welcome. Thank you to you too for being with us. Francesca, why don’t you start with introducing yourself to our readers?

My family traveled throughout Europe before deciding to call Canada home.  In fact, I was born in Changi Singapore.  My brother was born in London England.  After college my career started in Retail and Image Consulting.  However, after a few short years working in Retail I decided to shift into Human Resources and stayed in this field for over a decade.  Counselling, training, and job placement were the real focus and core of my work.  As a generalist, the task at hand was constant multi-tasking while working for clients and candidates.  Years later a move into business management and development initiated my own transition into coaching and mentoring.  This is where my business started to evolve:  Building my holistic practice working with women in transition and
facilitating personal development workshops using colour and sound.


Can you elaborate how you transitioned into coaching/mentoring after a corporate
career?

Sure. It started with volunteering after taking some time away from my corporate career. Volunteering with women in hospice is where I realized an opportunity to bring harp music, specifically therapeutic bedside harp music.  Using a small lap harp, as a practitioner I can be interactive with patients when I can or play for the patient what seems natural in the moment… It could be familiar or unfamiliar music.  Mentoring is an extension of a program I took called Harp For Healing.  I was asked if I’d like to mentor after going through the program and I was happy to do so.  So currently I mentor 10 students.  My oldest is a 73 years old student who graduated recently and two more are nearing the end of the program.


The harp is a very old instrument that we find in so many ancient cultures, such as the Greeks and the Romans, just to name a few, and I have personally been always fascinated by it both for its quite unique shape and for what I would define as mystic sounds that can produce.
What led you to choose this particular musical instrument as a tool for your personal use and to coach people, and why?

Historically the harp has been a symbol of relief and comfort.  As practitioners we use the artistic application of the intrinsic element of live music and sound to provide an environment conducive to the healing process.  So music played on the harp has several unique healing properties:

Resonance from strings
Range of pitch
Relationship between sound and recipient

Our intention is really to support the recipients’ goal of healing which might be emotional, physical, mental, or spiritual.  The benefit to live harp music is the sound of the harp strings to enhance quality of life.


Did you need to get certified to become a Harp Musician and Facilitator and if yes, How did you go about certification?

When I decided to get involved with Harp Therapy it was important to get certified.  The programs I have studied are accredited by the National Standards Board for Therapeutic Musicians, so we have met a minimum standard set by the board which includes an extensive curriculum demonstrating musical proficiency and training in hospice/hospital internship playing at the bedside.

There are two designations from different programs I’ve completed.  I started with the International Harp Therapy Program in 2011 and overlapped toward the end with a second program, Harp For Healing.  Both my internship experiences were amazing and now I play therapeutic harp music in long term care facilities, hospice and palliative care. I create many custom workshops on request and always look forward to returning to the Girl Guides to host workshops for their young girls helping to build confidence and self-esteem.


Why don’t you tell us more about the Recreational Harp Therapy Workshops that you facilitate, How people generally respond to them, and How and to what extent they may possibly benefit from them?

Our goal is to change lives one harp at a time bringing community together to enjoy the experience of music making.   Our workshops are focused on strengthening health & wellness on all levels of our being.  Qualities of hearing live harp music, therapeutic and calming, can provide a beautiful bonding and healing experience… Each person does their part, no matter how easy or simple it may be, to add to the complete experience.

Recreational Harp Therapy is expressive in a one-to-one session with a client or it can be inclusive so that the individual feels as being part of a whole if in a group environment. The atmosphere created would be effective in decreasing distress levels, again improving quality of life through the experience and some participants want to play and sing along while other just listen.  Therapeutic harp music promotes a positive state of mind, pain management, ward off depression, calms participants, and eases muscle tension.  

As you know, Teresa, our vital signs are expressed in rhythmic terms like brain wave, heart beat, pulse right…so that’s why music as therapy works so well: it resonates in SYNC with BEATS!!!!
Together we create an atmosphere of community and togetherness.  Now, and I want this to be clear, I am NOT a music therapist, so I’m not working toward a goal for rehabilitation with anyone.  Playing therapeutically, I am there to SERVE and recreationally there is an expression, “to get out of one’s head and into the heart.” When a harp workshop is being facilitated a musical experience is being created.  And that’s the key…in a recreational atmosphere we come together for a music making session that is all about having an experience.  For participants in pain of any kind the objective is to forget, if just briefly, their pain and suffering and join in…participate in something different.


Where else do you play therapeutic harp music? What kind of service do you offer?
and Who can really benefit from it?


Halton Harps is a certified regional provider of complementary therapeutic support services to special care facilities seeking innovative, competitive and non-invasive methods for improving and sustaining quality of life.  

All our workshops are delivered in a safe and positive environment reflecting the different needs of the group and of each individual.  We design and develop workshops bringing our unique rainbow of harps to the community.  As a facilitator of the Rainbow of Sound® and Color My World© programs, we have workshops to fit the needs of children, youth and adults.

Although it is NOT a treatment for any health related issues, Harp Therapy can be
beneficial to:

• Augment pain management of the terminally ill
• Relieve anxiety of the chronically ill
• Accelerate physical healing of post-surgery and injured patients
• Support end of life process
• Reduce stress and blood pressure of the chronically ill
• Relieve body and mental tension of pre-operative patients.


I know you have written a very interesting book called, ‘Colorful Self-Improvement ~ 7 Keys to a HAPPIER, Healthier, Wealthier YOU.  Your book is a tool used for personal development working with women in transition coping with Loss of Self, Career or a Loved One.  You’ve recently decided on integrating Harp Music & MARI to facilitate Authentic Heart Connection Workshops.
Why don’t you tell us more about the marriage of these two therapeutic tools and How you intend to use them?

As I continue to build my holistic therapeutic practice my intention is to work together with the harps and MARI.  Both have helped me greatly to get through very difficult time in my life.  I am able to speak from experience about the benefits of both.  I will share with you my recent Healing Flower Mandala.

As for MARI, it stands for Mandala Assessment Research Instrument.  MARI is more than art therapy.  It’s an experience like the one of music making.  MARI allows you to visualize from your own sense of knowing, insight and awareness of where YOU are on the journey, your Life’s Path. Adding music to a workshop experience with MARI brings you back to your centre, the very essence of YOU.  

So, to all our readers: Stay tuned!


What kind of relationship do you see between color and music?

Energy. Energy means movement.  To release negative energies trapped inside the mind is possible through music and expressive art creation.  How?  To expend energy on music making and expressive art can bring us back in time or imagine into the future.  That said, it’s the act of being present in the moment and engaged in such activities that creates the necessary space for the mind to unwind, relax and expand.  We can heal blocked memories and emotions by shifting our energy, allowing the potential to transform our lives.  That’s the magic of combining a unique workshop offering harp MUSIC & MARI.


That’s really interesting. I wish I could be there and take part to these fascinating
activities…

I wish you were there too, Teresa. But who knows… Maybe in the future you will…


I hope so. Francesca.  Before closing our interview:  What if our readers want to get in touch with you either to buy your book or – especially if they live in your area – take part to one of your courses, workshops or retreats: How can they contact you?

Everybody is welcome to contact me either through my websites or through social media.
I will look forward to hearing from our readers. Thank you, Teresa.



Thank you, Francesca, for having been with us.


Disclaimer: All material presented in this article is for educational purpose only and not intended as medical advice.  If you have any health issues you are concerned with, consult with your physician or primary health care practitioner first.  For more information about how Maria Teresa De Donato, Ph.D. can help you as a Traditional Naturopath and Homeopath, you can contact her at info@dedoholistic.com   -  Thank you.